Bellezza e alimentazione: consigli pratici

La bellezza non passa solo attraverso la cosmesi, alla base vi è un’alimentazione sana ed equilibrata.

Abbiamo intervistato per voi la nutrizionista Samantha Biale ed abbiamo raccolto una serie di utilissimi suggerimenti da integrare nel proprio regime alimentare. La vostra pelle vi ringrazierà.


L’aspetto della nostra pelle è influenzato dalla nostra dieta? Come possiamo prenderci cura della nostra pelle attraverso l’alimentazione? Vi sono dei cibi in particolare che ci può consigliare per prendercene cura?

Tra i disagi cutanei più frequenti c’è la secchezza e la scarsa risposta ai cosmetici, spesso legata alla carenza di vitamina A che aiuta l’epidermide a rigenerarsi con regolarità. Si può assumere come retinolo o sotto forma di betacarotene che, in caso di necessità, l’organismo trasforma in vitamina A.

– A colazione, spalmiamo il pane integrale con un velo di burro (5 g), prima della marmellata oppure, concediamoci un uovo alla coque insieme a una fetta biscottata e una spremuta.

– A cena, mangiamo carote cotte e condite con un filo di extravergine: il betacarotene si assimila meglio. In alternativa ok agli spinaci o rucola (qui l’arancione del betacarotene è mascherato dal verde intenso della clorofilla!).

Se, invece, sono evidenti difficoltà di cicatrizzazione che si notano quando graffi, escoriazioni o una semplice “schiacciatina” di un brufoletto guariscono lentamente e lasciano brutti segni, la causa potrebbe essere una carenza di vitamina K, fondamentale per la coagulazione del sangue e la vitamina C che favorisce la riparazione.

– Al posto della solita pasta, puntiamo su quella con le cime di rapa, ricchissime di questa vitamina. Chi segue una dieta low carb, può optare per i broccoletti gratinati al forno con una spruzzata di parmigiano.

– Come contorno portiamo a tavola più spesso i piselli o i ceci. Per un piatto unico, senza secondo, va bene riso ai piselli o pasta e ceci.

Vi sono degli alimenti in particolare che le persone con pelle problematica (brufoli e acne) dovrebbero evitare di assumere per non aggravare lo stato della pelle?

Intanto smitizziamo una vecchia credenza, ovvero che la cioccolata faccia venire i brufoli. Niente di più falso. I brufoli compaiono generalmente per uno squilibrio ormonale: la pelle produce troppo sebo e i batteri se ne servono per causare le tipiche infiammazioni. La cioccolata non influisce assolutamente sullo stato ormonale. Certamente, la pelle grassa può peggiorare in caso di dieta troppo ricca di cibi ricchi di grassi malsani (es. grassi vegetali idrogenati e margarine contenuti in snack e biscotti ipercalorici) che andrebbero comunque assunti con moderazione, in ogni caso. Moderazione anche con formaggi stagionati, salse salate e carne grassa. Per assicurarsi la giusta dose di proteine, diamo più spazio a pesce e legumi. Via libera a frutta con la buccia, verdura e cereali integrali: con le fibre, l’intestino riesce a eliminare meglio le tossine che compromettono la bellezza della pelle.

La bellezza dei nostri capelli è influenzata da ciò che mangiamo?  Vi sono degli alimenti in particolare che ci può consigliare per prenderci cura della nostra chioma, specialmente dopo averla esposta al sole e all’acqua di mare?

La scelta degli alimenti giusti è un elemento chiave per dare una mano ai capelli. Alcuni micronutrienti in particolare  apportano sostanze preziose per stimolare la crescita e scongiurare il loro indebolimento.
Tra tutti i nutrienti, alle proteine spetta un posto di prim’ordine perché costituiscono l’impalcatura del fusto capillare. Per questo non devono mai mancare dalla nostra tavola. Carne e pesce, in primis, ma anche proteine vegetali tra cui:

– Soia, il legume più ricco di proteine (37 g per 100 g) ma anche di potassio, magnesio, fosforo e calcio. Ideale per fare il pieno di minerali salva chioma. Fornisce anche fitoestrogeni, ormoni naturali affini a quelli prodotti dall’organismo femminile, utili per contrastare la caduta dei capelli tipica della menopausa.

– Fagioli borlotti: se scelti secchi, sono una bomba di potassio, ferro e fosforo. Sono perfetti per chi ha la tendenza ad essere un po’ anemica (l’anemia causa un indebolimento dei capelli) e sono una fonte alternativa di calcio per chi non consuma latticini.

Quando i capelli perdono corpo e rimangono numerosi nella spazzola possono indicare una carenza di vitamine B3 e B5 che stimolano il metabolismo cellulare e vitamina B6 che favorisce la sintesi della cheratina. Per assumere facilmente queste sostanze, basta aggiungere germe di grano all’insalata o alla zuppa calda della cena, e mettere sempre una banana nella macedonia oppure mangiare un po’ di arachidi all’aperitivo….e il gioco è fatto!

 

healthy nails Anche la salute delle nostre unghie è influenzata da ciò che mangiamo? Quali cibi possiamo assumere per mantenere le unghie forti e sane?

Quando le unghie si spezzano facilmente può trattarsi di una carenza di calcio, necessario per la struttura, o di vitamina H che contribuisce a renderle più resistenti e idratate. Chi ha unghie fragili può incominciare a mettere in pratica questi due espedienti che forniscono questi nutrienti:
– Mettere i borlotti all’insalata al posto del tonno oppure preparare un sugo per la pasta a base di salsa di pomodoro e lenticchie (piatto unico perfetto).
– Rendere più goloso lo yogurt bianco con pezzetti di fichi secchi oppure nocciole tritate (perfette anche sulle insalate e le verdure).

 

 

 

Speriamo che abbiate trovato interessanti questi consigli di bellezza! A noi sono sembrati pratici e semplicissimi da seguire.

xxSilviaxx

Advertisements

Thanks for commenting! :)

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s